D’amore, di sogni e di altre sciocchezze.

Mi scopro, a volte, ad osservarmi,
come se fossi un gatto che non c’è,
da dietro ai vetri di due occhi chiusi
scorgendo inaspettati fremiti di vita
e, con occhi estranei, mi sorprendo ad amare
ritrovando, così, dentro me stessa,
gli stessi ordinati filari di tramonto
che si srotolano verso l’infinito
allorquando nubi rosso fuoco
annunciano un incerto domani
furioso di pioggia e di utopie.
In questi frammenti di stupore
ritrovo l’infausta strada della mia esistenza
segnata in mezzo ai marosi e alle tempeste
sulla mappa del mio animo inquieto
che stormisce senza tregua la sua diversità
e malgrado ciò sogna di amare
alla stregua del fior di loto in uno stagno
sicuro del succedersi dell’acqua e degli aironi.

F.

Immagine: Michael Lang

michael-lang

2 pensieri su “D’amore, di sogni e di altre sciocchezze.

  1. Buonasera, Francesca! Da giorni contavo di salutarti ed è finalmente arrivato il momento. Mi ha fatto piacere rivederti nel mio blog e ho ricordato i bei tempi bloggari.
    Auguri e buona vita!
    Mel

    1. Ciao Mel, che bello rileggerti qui, qui che ho abbandonato da anni e che solo la tua gentilezza mi ha fatto “riscoprire”. Ti auguro un buon Anno Nuovo e aggiungo un grandissimo abbraccio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...